Signora si confonde e ruba un’auto a causa delle chiavi elettroniche

0
256
8 misteri irrisolti che ti impediranno di dormire

Quando lo sceriffo Tommy MacKay della Cornwall (Ontario) Community Police ha ricevuto una chiamata che spiegava che una donna anziana aveva restituito un’auto rubata ad una società di autonoleggio, sapeva fin dal primo momento che quello che si trovava di fronte a lui non sarebbe stato un caso “normale”.

“La prima cosa che mi è venuta in mente è stata: “Dovrò scoprire da dove ha preso il veicolo e, in caso contrario, come potrò mettere le manette a questa vecchia signora”, ha detto al programma radiofonico As It Happens.

Questo thriller della terza età è iniziato alla fine di giugno, in questa piccola città situata a un’ora da Montreal. L’autista senza scrupoli ha noleggiato una Nissan Sentra nera da una società chiamata Enterprise Rent-A-Car. Dopo soli tre o quattro minuti di guida, la donna ha parcheggiato nel parcheggio di un supermercato Walmart locale ed è entrata per fare la spesa.

“Poco dopo essere andata via, ha camminato fino alla zona dove aveva parcheggiato la sua auto, ha visto una macchina nera lucida, è entrata e se ne è andata”, ha spiegato MacKay. Si scopre che, come si sa dal titolo, l’auto in cui è partito da Walmart non è la stessa macchina in cui è arrivata. In realtà, non era nemmeno lo stesso modello. L’auto rubata per errore era Infiniti QX50, dello stesso colore.

Per due settimane la vecchia signora stava guidando l’auto di un’altra persona senza sapere di averla rubata

Ci rendiamo conto che, per chi non presta molta attenzione alle auto, confondere due modelli simili non è complicato. In questo momento le tecnologie progettate per rendere la vita più facile diventano improvvisamente una trappola mortale per le persone anziane: entrambi i veicoli hanno un sistema di avviamento a chiave elettronica, e visto che il proprietario del veicolo “rubato” (anche un vecchio) aveva lasciato la sua chiave all’interno, la donna è riuscita a entrare e partire senza problemi. Non sapendo che stava rubando un’auto.

“Ha guidato e ha fatto le sue faccende quotidiane con l’auto rubata per due settimane”, ha detto MacKay. Non è stato fino a quando non è tornato alla società di noleggio per restituire il veicolo che il manager è stato in grado di legare i punti.

Il povero uomo, visto che la sua auto era scomparsa dal parcheggio, si è rivolto alla stessa società di noleggio per prendere un’auto e uscire dai guai. “In una conversazione con il direttore di quello stabilimento è venuto fuori nella conversazione che l’uomo era il proprietario di un Infinity nero che era stato appena rubato“, ha detto. Rimani su scoprire per trovare le notizie curiose del mondo in anteprima ed ogni giorno, in lingua italiana.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome