Morto colui che ispirò il videogioco di Super Mario

0
120
Vediamo come fare un caffè espresso al meglio

Mario Segale, l’uomo che ha dato il nome a Super Mario, è morto a 84 anni nella sua casa negli USA. Questo venditore immobiliare italo-americano di Washington ha affittato un magazzino a Nintendo America negli anni ’70 e, questa, ha deciso di intitolare a lui il personaggio principale del loro nuovo videogioco. A quel tempo, ovviamente, Mario Segale non si immaginava che il personaggio a lui ispirato avrebbe creato l’enorme successo di cui oggi il brand gode.

In origine, Super Mario si chiamava Jumpman finché Nintendo non decise che il personaggio doveva avere un nome proprio per fare si che i giocatori lo vedessero in maniera diversa. Si dice che l’azienda abbia usato Mario come “ringraziamento” per il loro padrone di casa. Segale ha evitato ogni forma di pubblicità e coinvolgimento con Nintendo, temendo che qualsiasi associazione con Mario potesse danneggiare la reputazione della sua azienda.

L’unica volta in cui ha parlato del personaggio è in un’intervista al Seattle Times nel 1993. Gli è stato chiesto cosa ne pensava del personaggio che portava il suo nome, avrebbe solo detto: “Si potrebbe dire che sto ancora aspettando i miei assegni.” Il suo necrologio descriveva il modo in cui voleva essere ricordato per i suoi successi nella vita piuttosto che per aver dato il nome a uno dei personaggi più famosi di Nintendo.

Dice: “Mentre lui è stato l’ispirazione per il nome di “Super Mario” di Nintendo da quando erano inquilini nel suo magazzino negli anni ’70, ha sempre diminuito la notorietà e voleva essere conosciuto invece per quello che ha realizzato nella sua vita. “Infatti, per le generazioni della sua famiglia a venire, e per le persone che hanno avuto la possibilità di conoscerlo bene, il suo impatto rimarrà sempre presente“.

Una notorietà mai goduta

Mario Segale, infatti, non ha mai goduto della sua notorietà, ne tantomeno ha ricevuto ricompense da parte di Nintendo per quell’immagine presa in prestito. Alcune fonti vicino a lui dicono infatti che, nonostante tutto, il buon Mario Segale non avrebbe avuto motivo di richiedere alcun risarcimento, in quanto, nella vita reale, non era un idraulico come Mario, pertanto non poteva pretendere nulla.

Tuttavia, Super Mario rimane uno dei giochi più di successo di sempre e non possiamo che ringraziare il signor segale per avere ispirato quest’icona leggendaria a Nintendo, avendo creato uno dei “mostri sacri” nei nostri tempi. Ti è piaciuta la notizia? Scopire porta le notizie curiose da te, ogni giorno.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome