Mi sbagliavo sulle console retro, perchè sono una gran cosa

0
60
Costa Cafè bandisce 4 persone dai suoi ristoranti

I numeri per il 2018 sono in arrivo, e sembra che l’industria dei videogiochi si stia muovendo bene. L’anno si è rivelato essere un ottima annata per l’industria, e ribalta le previsioni sulla rivisitazione di vecchi giochi attraverso rimasterizzazioni e riedizioni nostalgiche avrebbe messo una critica alle cose – e cioè, um, la mia stessa previsione. Non è esattamente un segreto che l’industria dei videogiochi ha una passione per il riconfezionamento di vecchi giochi per rivenderli su nuove macchine. Non è una novità: sono abbastanza grande da ricordare quando sono arrivati i giochi arcade sulle console Nintendo e Sega. Ma la predilezione per i rimaster e i giochi rilasciati è aumentata negli ultimi anni. Ora non solo abbiamo rifacimenti di videogiochi e riedizioni, ma abbiamo anche console per videogiochi a cui viene data nuova vita.

Sono stato io quello che ha condannato il tema della nostalgia del gioco. In particolare, ho detto che “non stava facendo alcun favore all’industria” e che questo sarebbe stato l’anno in cui l’industria del gioco avrebbe iniziato a sentire un pò di crisi – in particolare perché questa tendenza è iniziata qualche anno fa e temevo che avremmo finito le cose da rimasterizzare.E voglio dire… Mi sbagliavo, almeno in parte. Recentemente la Entertainment Software Association ha pubblicato dettagli sulle vendite di giochi negli Stati Uniti lo scorso anno, e ha raggiunto un fatturato record di 43,4 miliardi di dollari. Le vendite di hardware, ovvero console e accessori, sono aumentate del 15%.

E’ davvero sconcertante. Normalmente non sono uno che si occupa solo delle cifre di vendita, ma è difficile ignorare numeri così grandi. E sembrava che tutti abbiano avuto un buon anno. Anche Microsoft, che ha pubblicato numeri hardware negativi (non è una sorpresa, visto che la Xbox One sembra sempre giocare in svantaggio rispetto la PlayStation 4 e Nintendo Switch, ha rivelato che questa settimana si è fatta strada verso un aumento dell’8% delle entrate grazie alla Game Pass, agli utenti Xbox Live e alle vendite di software di terze parti.

Ecco una cosa che ho trascurato di prendere in considerazione, quando ho reagito così negativamente alla ripresa dei giochi e delle console retrò: Che questi rifacimenti e rilascite e console nostalgiche servono a rafforzare la durata di vita di una console. La PS4 e Xbox One sono in circolazione da un bel po’ di tempo e diversi sviluppatori di prima parte stanno presumibilmente rivolgendo la loro attenzione alla prossima generazione. C’è un certo rischio di creare un gioco per una console così tardi nella sua vita – a seconda di quanto velocemente i giocatori adottano la nuova generazione di console, si potrebbe essere a rischio di una finestra di vendita limitata. Rimaniamo comunque a vedere con un poco di curiosità quello che succederà.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome