L’iPod è il miglior gadget di sempre, credetemi

0
83
Pianifica un perfetto party barbecue

Venite, portate qua le sedie. Più vicino. Più vicino ancora. Bene. Ora ascoltate attentamente, oggi siamo qui per una ragione: è il compleanno dell’iPod e vi dirò perché è il più grande gadget di sempre. La prima versione del dispositivo è stata rilasciata il 23 ottobre 2001 – 17 anni fa. Questo significa che se l’iPod fosse nato nel Regno Unito, ora sarebbe in grado di guidare. Insomma, è vecchio.

Ma, prima di entrare nel merito della discussione sul perché l’iPod è il più grande gadget di sempre, dobbiamo definire alcune cose di cui stiamo parlando. Questo includerà anche un’intera sezione sui prodotti Apple lanciati durante questi anni turbolenti.

Partiamo con una domanda, cosa intendi per gadget?

È un pezzo di hardware che ha un unico scopo principale. Questo significa che i computer e gli smartphone sono fuori da questa categoria. Essendo invece, gli iPod, fatti solo per la musica, erano (e sono) un gadget vero e proprio, ad ogni effetto. Trovi tutte le nostre notizie curiose nella prima pagina di Scoprire co.

Ne sono usciti decine e decine di modelli, come l’iPod classico, quello Nano (fino alla sesta e settima generazione) e l’iPod Mini, ancora molto amato da persone in tutto il mondo. Un piccolo rallentamento da parte di Apple è stato segnato dal rilascio di iPod Shuffle, in quanto, alla gente, piace ancora scegliere e sfogliare la propria musica.. già.

Capito. Allora perché l’iPod è il più grande gadget di sempre?

Sentite, potrei esaminare l’impatto che ha avuto sull’industria musicale, o come ha rivitalizzato il business di Apple, ma queste argomentazioni sono state fatte innumerevoli volte prima. Invece, sto guardando l’impatto che l’iPod ha avuto su di me.

Torniamo indietro nel tempo: Ho avuto il mio primo lettore MP3 intorno al 2002 – un piccolo dispositivo Panasonic alimentato da una singola batteria AA e con uno slot per schede SD. In quello slot avevo un enorme 64MB di memoria. In altre parole, teneva in memoria un album di musica (ben 12 canzoni).

Per un po’ di tempo, questo è stato sufficiente. Potevo tranquillamente ascoltare canzoni diverse mentre portavo a spasso il cane. Poi, c’è stato un disastro: Ho trovato un lavoro di sabato.

Da un lato, è stato il peggior lavoro che abbia mai avuto: costruivo recinzioni, inchiodando pezzi di legno tra loro. Ma c’era un aspetto positivo di questo lavoro (completamente in nero) per un tredicenne: avevo modo di ascoltare musica tutto il giorno. L’unico problema era che la suddetta memoria di 64MB mi permetteva solo di ascoltare lo stesso album otto volte. Un modello nuovo di iPod? Canzoni più piccole da scaricare? No, memorie SD.

All’epoca le schede SD erano molto costose, quindi comprarle per ascoltare musica era fuori discussione. L’aggiunta e la rimozione costante di album era anche una seccatura, quindi altra ipotesi da scartare.

Poi arrivò il suo momento

Ma adesso arriviamo al momento in cui, per la prima volta, ho provato un iPod. Il momento è rimasto con me per tutti questi anni e ancora sento l’emozione scorrere dentro di me. Ero in vacanza con la mia famiglia in roulotte e non c’era molto da fare. Ricordate quei giorni pre-WiFi in cui il vostro unico divertimento era quello che vi inventavate?

Ecco, quel giorno mi annoiavo, allora presi in mano un lettore musicale comprato da mia sorella e chiamato iPod. Mentre il lettore MP3 che avevo poteva contenere circa un album di canzoni, lei aveva centinaia di canzoni tutte insieme, ma non era tutto.

Usare quell’iPod era qualcos’altro. Era una rivelazione. Mentre c’erano canzoni che volevo disperatamente sentire ma non potevo, lei aveva ogni singola canzone che le piaceva su questo dispositivo tascabile. Credo che fosse stata la prima e ultima volta che ho vissuto un emozione cosi grande e credo, che in futuro, non ci saranno più momenti del genere.

Ecco il video del 2001 del lancio del primo modello di iPod. Purtroppo il video è in Inglese, ma le emozioni possono trasparire anche se non si comprende la lingua al 100%. Buona visione!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome