L’angelo che salva delle vite in segreto

0
166
A che velocità si espande l'universo?

In Nigeria, pochissimi servizi medici sono gratuiti e, se non è possibile pagare le spese ospedaliere, nessuno viene curato. Chi vi aiuterà? In questa società profondamente religiosa, molti pazienti bloccati sperano in un intervento divino. Zeal Akaraiwai non ha le ali di un angelo – ha una Mercedes nera elegante con sedili in pelle. Questo consulente finanziario di 40 anni – con finiture e pulizia – scende dalla sua auto in un parcheggio dell’ospedale governativo di Lagos. Viene accolto calorosamente da un team di assistenti sociali e si mette subito al lavoro, chiedendo una lista.

Stampati con cura su carta A4 sono i nomi dei pazienti che stanno bene abbastanza bene per tornare a casa. Ma non vanno da nessuna parte, perché non possono pagare le spese mediche. Lui, incontra le persone state costrette a rimanere nel reparto per sei – o addirittura otto – settimane dopo che sono state dimesse. Alcuni ospedali nigeriani hanno predisposto piani di pagamento a rate, ma anche la prima rata potrebbe essere troppo onerosa per chi guadagna una miseria, o nulla.

Dirigendosi lungo fatiscenti passerelle verso i reparti, Zeal ascolta con attenzione i commenti degli assistenti sociali che commentano le persone che incontrerà. Gli assistenti sociali guidano Zeal al capezzale di un paziente con una coscia pesantemente fasciata. Si piega da vicino e parla a bassa voce: “Cosa ti è successo? Il giovane uomo, un barbiere, dice di essere stato colpito da qualcuno. “Allora, come hai intenzione di saldare il conto del tuo ospedale“, chiede Zeal. “Prego Dio”, risponde l’uomo.

Zeal gli parla per un po’ – l’uomo non chiede chi è, e Zeal non glielo dice. Poi, di nascosto, Zeal controlla la storia dell’uomo con il personale infermieristico. Il conto è di 250 dollari. E il barbiere è fortunato – Zeal lo pagherà. Più tardi, il paziente andrà a casa.

Zeal non si tiene in contatto con nessuna delle persone che aiuta. Non vuole nemmeno essere ringraziato. Ma c’è una cosa che vorrebbe in cambio – che un giorno potrebbero raccontare una storia su di lui: la storia di come quando erano in ospedale, un angelo è venuto, ha pagato il conto e se ne è andato. In questi luoghi poveri, è molto difficile trovare persone di buon cuore come quest’uomo. Tuttavia, sembra, che ci sia ancora qualcuno al mondo con intenzioni caritatevoli verso gli sconosciuti.

Rimani su scoprire per trovare, ogni giorno, le notizie curiose in Italia e nel mondo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome