Il virus HIV: metodi per prevenirlo

0
185
A che velocità si espande l'universo?

L’HIV (virus dell’immunodeficienza umana) potrebbe essere paragonato a un terribile mostro che ha già tolto la vita a più di 40 milioni di persone. E, peggio ancora, non esiste una cura definitiva per sradicarla. Inoltre, è una delle infezioni con più stigmi e discriminazioni nei confronti di coloro che ne soffrono, a causa della mancanza di conoscenza della stessa e delle sue forme di contagio.

In occasione della celebrazione della Giornata Mondiale dell’AIDS (sindrome da immunodeficienza acquisita, che arriva quando i sintomi dell’HIV progrediscono e si impossessano del sistema immunitario), non è mai troppo tardi per ricordare le principali linee d’azione proposte dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) per prevenire la trasmissione di questa epidemia che devasta soprattutto con i bambini del continente africano.

  • Uso del preservativo: l’uso corretto del preservativo maschile e femminile durante la penetrazione vaginale o anale è fondamentale perché, oltre ad essere uno scudo contro l’HIV, è anche uno scudo contro altre malattie a trasmissione sessuale. Secondo gli ultimi studi, i preservativi in lattice hanno un effetto protettivo dell’85% contro la trasmissione dell’HIV.

Negli Stati Uniti, circa un milione di persone convivono con l’HIV e ogni anno si verificano più di 41.000 nuovi casi di infezione

 

  • Antiretrovirali: l’OMS sottolinea l’importanza del trattamento antiretrovirale come metodo di prevenzione, poiché quando una persona sieropositiva segue un regime terapeutico efficace con questi farmaci, il rischio di trasmissione ad un partner sessuale non infetto può essere ridotto del 96%. Se si è esposti a uno qualsiasi dei fattori di rischio, si dovrebbe essere testati per l’HIV e altre malattie sessualmente trasmissibili. Ma non finisce qui, gli esperti dell’OMS consigliano anche di convincere il vostro partner sessuale a sottomettersi a loro.

 

  • Circisione maschile volontaria: Lo sai che questa opzione riduce del 60% il rischio che un uomo si infetti attraverso il sesso eterosessuale? Sì, purché nelle mani di personale sanitario qualificato!

 

  • Nel caso dei consumatori di droghe per via endovenosa: coloro che si iniettano droghe possono anche proteggersi dall’infezione da HIV, attraverso l’uso di attrezzature sterili (in particolare aghi e siringhe), per ogni iniezione.

Rimani su scoprire per trovare, ogni giorno, le notizie curiose in Italia e nel mondo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome