Il cervello delle donne sembra essere più giovane di quello degli uomini

0
277
Che differenza c'è tra il lato destro e sinistro del cervello?

Gli scienziati hanno appena trovato una nuova distinzione tra i cervelli dei due sessi: i cambiamenti cerebrali legati all’età si verificano più lentamente nelle donne che negli uomini. Le differenze strutturali medie tra i sessi rappresentano qualcosa di reale.

Quest’ultima ricerca indica che il cervello femminile, in media, sembra essere circa tre anni più giovane del cervello maschile della stessa età quando si tratta di metabolismo cerebrale. Secondo i ricercatori, questa differenza può essere la ragione per cui le donne tendono ad essere mentalmente più attente per più tempo degli uomini.

“Stiamo cominciando a capire come vari fattori legati al sesso possono influenzare la traiettoria dell’invecchiamento cerebrale e come questo può influenzare la vulnerabilità del cervello alle malattie neurodegenerative,” dice Manu Goyal del Mallinckrodt Institute of Radiology presso la University of Washington School of Radiology e co-autore del documento pubblicato sulla rivista PNAS. “Il metabolismo cerebrale può aiutarci a capire alcune delle differenze che vediamo tra uomini e donne con l’età.

Questa differenza può spiegare perché le donne raggiungono l’età avanzata con meno deficit cognitivi

Gli scienziati avevano già stabilito che la diminuzione del volume della materia grigia legata all’età si verifica più rapidamente nel cervello maschile che in quello femminile. È stato inoltre dimostrato che l’espressione genica nel cervello cambia più rapidamente negli uomini più anziani che nelle donne, con conseguente riduzione della capacità di costruire e scomporre le molecole nel cervello maschile.

Questa evidenza suggerisce una forma di neotenia (conservazione dello stato giovanile nell’organismo adulto) nel cervello femminile, ma finora nessuno aveva analizzato il metabolismo cerebrale. Con l’avanzare dell’età, l’uso del glucosio cambia nel cervello. Nei bambini, un processo metabolico chiamato glicolisi aerobica ha un’alta incidenza. E ‘associato con lo sviluppo del cervello, aumentando in sincronizzazione con la formazione e la crescita sinaptica.

Questo processo rallenta mentre ci avviciniamo all’età adulta e continua a diminuire lentamente. Il cervello usa ancora lo zucchero per le funzioni cognitive, ma gli altipiani di glicolisi aerobica raggiungono un livello molto basso di circa 60 anni di età. Ovviamente, l’età esatta può variare da persona a persona, ma per determinare se ci sono differenze di genere a quel punto, il team di ricerca ha eseguito scansioni di tomografia ad emissione di positroni (PET) su 205 persone: 121 donne e 84 uomini, di età compresa tra i 20 e gli 82 anni.

I ricercatori hanno esaminato il flusso di ossigeno e glucosio nei loro cervelli per determinare la proporzione di glucosio che veniva assegnata alla glicolisi aerobica. Hanno poi alimentato un algoritmo di apprendimento automatico con dati di campioni maschili per stabilire una relazione tra età e metabolismo cerebrale.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome