I rischi di essere nottambulo

0
70
Il Giappone raggiunge il numero record di suicidi tra bambini e adolescenti

La prima revisione internazionale che confronta i gufi nottambuli con i mattinieri descrive i rischi per la salute associati alle preferenze buie. La maggior parte degli individui si adatta a una di queste due linee temporali: siamo persone di giorno o di notte. Oppure preferiamo stare svegli fino a tardi e ci chiamano nottambuli, oppure andiamo a letto e ci alziamo presto e ci chiamano allodole. Questi modelli nelle preferenze circadiane sono, in una certa misura, scritti nei nostri geni.

Nel corso degli anni, la comunità medica ha discusso gli effetti sulla salute associati a ciascun cronotipo e i risultati non sempre sono stati conclusivi. Per fare un po’ di luce su questo tema, un gruppo di scienziati di diverse istituzioni ha condotto la più ampia rassegna di studi fino ad oggi. I loro risultati sono stati pubblicati nella rivista Advances in Nutrition. Gli scienziati erano particolarmente interessati a comprendere il rapporto tra ritmi circadiani e modelli alimentari e la salute cardiometabolica generale.

Uno studio ha dimostrato che i nottambuli hanno 2,5 volte più probabilità di avere il diabete di tipo 2

A causa dello stress della vita moderna, il cibo e il sonno possono spesso essere interrotti. L’esposizione a fonti di luce artificiale può anche influenzare i nostri modelli circadiani. Queste interruzioni possono alterare i processi metabolici ciclici, come il controllo del glucosio, il metabolismo lipidico e la pressione sanguigna. Gli esperti hanno scoperto che le persone che andavano a letto più tardi tendevano ad avere modelli alimentari meno sani.

Ad esempio, generalmente mangiavano più tardi, in tempi meno regolari, e consumavano più alcool, zucchero e prodotti a base di caffeina di quanto non fosse andato a letto prima. Anche i nottambuli erano più propensi a saltare la colazione. Inoltre, i nottambuli erano più inclini a mangiare meno verdure e cereali. Inoltre, mangiavano meno frequentemente, ma facevano pasti più abbondanti. Questo modello alimentare può spiegare la scoperta che i nottambuli erano a maggior rischio di malattie cardiache e malattie metaboliche, come il diabete di tipo 2.

Secondo i ricercatori, essere nottambulo può anche influenzare il modo in cui una persona controlla il diabete: “La nostra recensione ha anche scoperto che le persone che hanno meno controllo del diabete hanno maggiori probabilità di essere nottambuli”, dice Almoosawi. La recensione ha portato alla luce altri risultati interessanti. Non deve sorprendere che i bambini hanno molte più probabilità di essere mattinieri, tra cui il 90% dei bambini di 2 anni e il 58% dei bambini di 6 anni.

Se vuoi scoprire altre notizie dal mondo di questo tipo, rimani sul nostro sito, per trovare, ogni giorno, le migliori notizie del mondo e sull’Italia, qua o su Facebook.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome