I nostri smart-device cominceranno a spiarci?

0
88
Il valore di una buona conversazione

L’ascesa dell’era digitale ha portato con sé molti cambiamenti meravigliosi nella nostra vita quotidiana, come il fatto che ora portiamo con noi assistenti digitali ovunque sotto forma di smartphone, tablet e computer portatili. La rapida proliferazione dei dispositivi digitali di uso quotidiano e la nascita di nuovi dispositivi intelligenti, che sono più capaci che mai, porta con sé connotazioni preoccupanti per quanto riguarda la sorveglianza.

I nostri dispositivi intelligenti diventeranno una rete di sorveglianza di massa? Non dovete guardare al futuro con timori distopici quando si tratta dei vostri dispositivi intelligenti – i governi li usano già oggi per spiarvi.

Tecnologia spia a portata di mano?

È indiscutibile il fatto che i dispositivi smart sono spesso costruiti con funzionalità di sorveglianza avanzate che tengono traccia di te ovunque tu vada; dopo tutto, se il tuo dispositivo smart non è a conoscenza di dove ti trovi (e lo è), non può offrirti una miriade di servizi utili su cui tutti noi siamo venuti a fare affidamento, probabilmente aggiornamenti meteo tempestivi nella nostra zona o indicazioni per un pub locale. Dato che le capacità di sorveglianza sono integrate in questi dispositivi fin dall’inizio, è quindi solo una questione di tempo che i nostri dispositivi intelligenti si uniscono per creare una griglia di sorveglianza che segue ogni nostra mossa e richiesta digitale.

Oggi, in tutto il mondo, possiamo già vedere una serie di preoccupanti esempi di reti di sorveglianza di massa, che non sono esclusivi per i regimi totalitari anche nelle zone meno sviluppate del mondo. Nella Gran Bretagna contemporanea c’è una telecamera di sorveglianza ogni 11 persone, ad esempio, che illustra la rapida ascesa dello stato di sorveglianza nelle democrazie occidentali industrializzate. Altrove, anche i servizi di sicurezza e le autorità locali preposte all’applicazione della legge stanno iniziando a prendere in considerazione l’idea di utilizzare più dispositivi per sorvegliare la popolazione in generale.

L’aumento delle telecamere per corpi di polizia ha placato molte preoccupazioni e presto la tecnologia di riconoscimento facciale diventerà così compatta ed efficiente da funzionare attraverso questi dispositivi che presto catalogheranno il volto e l’identità di chiunque passi per strada, per esempio. I dispositivi intelligenti nelle nostre case, come gli assistenti domestici virtuali Alexa e Google Home, inizieranno a curiosare sempre più nella nostra vita personale.

Da qui le cose andranno male

La sfida più ardua per i sostenitori della privacy oggi è il fatto che la tecnologia invasiva è destinata a diventare più avanzata, il che rende necessaria la creazione di una rete di sorveglianza più facile e più facile da realizzare praticamente ovunque. Anche le nostre case non saranno al riparo da questo; Amazon ha recentemente richiesto un brevetto per rilevare le malattie degli utenti analizzando lo stato emotivo della loro voce, illustrando quanto impressionante e il potenziale di infiltrazione di questi dispositivi intelligenti.

Quando tutti i nostri dispositivi intelligenti sono collegati tra loro e quelli che appartengono ai nostri amici e alle famiglie intorno a noi, possono essere utilizzati per creare griglie informative e dedurre modelli quotidiani che rivelano chi siamo come individui. Una volta che le autorità si rendono conto di quanto possano essere utili gli assistenti domestici virtuali per risolvere i casi di omicidio, ci possono essere anche sforzi congiunti del governo per sponsorizzare assistenti digitali ovunque per accelerare le indagini e la raccolta di informazioni.

Le massicce reti di sorveglianza di cui innumerevoli autori distopici ci hanno messo in guardia non sono dietro l’angolo – sono già qui. La tecnologia digitale che esiste al giorno d’oggi è già sufficiente a stabilire reti di sorveglianza striscianti sfruttando la potenza dei dispositivi intelligenti, e i sostenitori della privacy dovrebbero quindi prepararsi ad aspre lotte fin da subito. Rimani aggiornato su Scoprire, le notizie curiose dal mondo online.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome