Ecco perchè quest’uomo ha lasciato per sempre il formaggio

0
117
Ecco quello che ha fatto una donna al vicino di casa festaiolo

Mi chiamo Tim e sono un formaggio dipendente. Ma quello che ho scoperto di recente mi ha scosso fino al midollo. Riesco a malapena a guardare il formaggio che vendono al supermercato. Un pezzo di formaggio halloumi sta diventando giallo nel mio frigorifero.. e non me ne capacito.

I miei sogni di formaggio sono stati infranti. Dopo una vita passata a mangiarlo, è possibile che il formaggio sia più nemico che amico? Che io sia dipendente da qualcosa che non fa bene al mio corpo? Queste domande hanno iniziato a sorgere un paio di mesi fa, quando ho iniziato a produrre un episodio per il mio podcast, sul fatto che i prodotti lattiero-caseari siano un problema di cui dobbiamo avere paura.

Tra piacere e moderazione

Per un po’ di tempo, ho messo in discussione la logica del consumo di latte da parte degli adulti. Mentre il latte e i latticini sono buone fonti di proteine e calcio e possono far parte di una dieta sana ed equilibrata, come mi ha spiegato il Dr. Michael Greger di NutrionFacts, “Non c’è nessun animale sul pianeta che beve latte dopo lo svezzamento”.

Greger ha fatto una serie di studi che mostrano il potenziale effetto di riduzione della vita di bere questo stufato ormonale. Avevo sempre pensato che il formaggio fosse, rispetto al resto, un prodotto caseario più maturo, forse benigno o addirittura più benefico. Ho anche deciso che una diagnosi infantile di intolleranza al lattosio non poteva impedirmi il piacere di mangiare il pane in India o di immergere un pezzo di pane in una fonduta durante i miei viaggi sugli sci.

Rimuovere il formaggio?

Forse questa sensazione di negazione mista all’illusione è la conseguenza di una vera e propria dipendenza. Per molti, il formaggio è il complemento perfetto per la maggior parte dei piatti.

Un medico americano si riferiva controversamente al formaggio come una “crepe da latte” (nessuno dei professori con cui ho parlato con cui ho sostenuto questa teoria) per aver presumibilmente sostanze chimiche che creano dipendenza simili agli oppiacei, e suggerì anche un programma in tre fasi per rimuovere il formaggio dalla dieta, qualcosa come una sorta di disintossicazione del formaggio.

Ma a scopo giornalistico per verificare se il formaggio è una forma meno paurosa del latte, ho tirato fuori la testa dalla sabbia (sotto la quale un particolare formaggio turco presumibilmente fermenta) e ho contattato tre dei grandi pesi massimi dell’alimentazione. Tutti hanno convenuto che l’ingestione di secrezione di latte di un’altra specie è qualcosa di strano per noi e che gli adulti non hanno bisogno di prenderlo.

Ma si può raggiungere un consenso sul formaggio?

Il Dr. Michael Greger segue la linea dura: con la sua combinazione di sodio e grassi concentrati, non dovrebbe far parte della nostra dieta quotidiana. Come per la maggior parte degli alimenti, gli eccessi dovrebbero essere evitati. Il formaggio non fa eccezione. “Rendetelo parte di un’occasione speciale piuttosto che parte del giorno per giorno”, dice l’esperto. Rimanete su Scoprire, per trovare, ogni giorno, le notizie curiose dal mondo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome