È positivo mentire ai bambini su Babbo Natale?

0
106
I segreti nascosti nei loghi più famosi al mondo

Babbo Natale visiterà le case dei bambini di tutto il mondo, distribuendo regali e mangiando i dolci che i bambini lasciano per lui. Noi adulti sappiamo che questo non è vero, ma… facciamo la cosa giusta dicendo ai bambini altrimenti? Uno studio condotto da ricercatori dell’Università di Exeter (Regno Unito) e dell’Università del New England (Australia) suggerisce che questa piccola bugia può far dubitare i bambini della fiducia dei genitori e può influire sulle loro convinzioni morali.

“La moralità nel far credere ai bambini in questi miti deve essere messa in discussione. Tutti i bambini alla fine scopriranno che sono stati costantemente mentiti per anni, e questo potrebbe farli chiedere quali altre bugie sono state raccontate”, spiega Christopher Boyle, co-autore del giornale.

“Se sia giusto far credere ai bambini in Babbo Natale è una domanda interessante ed è anche interessante chiedersi se mentire in questo modo colpirà i bambini in modi che non sono stati considerati perché i bambini possono interrogare i genitori come guardiani della saggezza e della verità”, continua Boyle.

Con il Natale i bambini aspettano anche l’arrivo dei regali che diciamo che Babbo Natale porta

Secondo Kathy McKay, coautore dello studio, alcuni bambini potrebbero chiedersi se sono in grado di fidarsi dei loro genitori scoprendo che le loro credenze natalizie sono una bugia: secondo i ricercatori, a volte è corretto dire ai bambini “bugie bianche” che sono più gentili e gentili che dare loro dettagli realistici (per esempio quando un animale domestico muore).

Tuttavia, gli autori sostengono che quando si tratta di miti dell’infanzia come Babbo Natale o la fata dei denti, i genitori possono perpetrare queste menzogne più a proprio vantaggio che per i loro figli. Questa menzogna natalizia è guidata dal desiderio dei genitori di rientrare nell’infanzia?

“C’è una persistenza del fandom in età adulta. Esempi come Harry Potter, Star Wars, Doctor Who… “Adulti che portano i loro figli a una convention di Star Wars come scusa per vestirsi come Han Solo o la Principessa Leia è abbastanza comune”, spiegano gli autori.

“Sembra che, tornando in un mondo fantastico, ci sia un conforto nel poter rientrare brevemente nell’infanzia, che è stata un’esperienza magica per molti. Un tempo in cui l’immaginazione è stata accettata e incoraggiata ma perduta nello spazio e nel tempo dell’età adulta”, dicono. Rimanete su Scoprire, per trovare, ogni giorno, le notizie curiose dal mondo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome