Consigli per smettere di fumare

0
93
Come fare foto 3D con il proprio smartphone

La maggior parte delle persone sa già che il fumo di sigaretta è una delle principali cause prevenibili di morte prematura e di varie malattie: causa il cancro, malattie cardiache, ictus e malattie polmonari. Per questo motivo, è il momento di fermarsi se non l’hai già fatto.

La nicotina crea dipendenza e diventa quindi un’abitudine difficile da rompere, ma alcuni suggerimenti contribuiranno a rendere questo ostacolo più sopportabile. La scienza ha dimostrato che, con il giusto approccio, è possibile rompere questa malsana routine e calciare l’abitudine una volta per tutte.

Terapia sostitutiva alla nicotina: Poiché la nicotina crea dipendenza, i fumatori sperimentano spiacevoli sintomi di astinenza quando cercano di smettere di fumare. La terapia sostitutiva alla nicotina fornisce un basso livello di nicotina senza altri prodotti chimici velenosi nel fumo di tabacco. Questo aiuta ad alleviare alcuni dei sintomi dell’astinenza da nicotina, come gravi voglie, nausea, formicolio alle mani e ai piedi, insonnia, sbalzi d’umore e difficoltà di concentrazione. Questa sostituzione è disponibile sotto forma di: gomme da masticare, cerotti, spray, inalatori, pillole.

Vareniclina: Questo medicamento per trattare la dipendenza dal tabacco funziona innescando il rilascio di dopamina. La dopamina è un messaggero chimico che aiuta a controllare i centri di ricompensa e di piacere del cervello. Il fumo aumenta artificialmente i livelli di questa sostanza chimica, così quando i fumatori smettono di fumare, spesso sperimentano depressione e ansia fino a quando i loro livelli naturali di produzione di dopamina recuperano. Vareniclina aiuta a contrastare questi bassi livelli di dopamina e a ridurre alcuni dei sintomi causati dall’astinenza da nicotina. Allo stesso tempo, blocca gli effetti soddisfacenti della nicotina nel caso in cui la persona recidiva e fuma.

Bupropione: È un antidepressivo che aiuta i fumatori a smettere di fumare. Come vareniclina, riduce il deficit di dopamina sperimentato nella sospensione della nicotina e quindi può ridurre l’irritabilità e la difficoltà di concentrazione a causa di smettere di fumare. Bupropion può essere particolarmente utile per coloro che sono preoccupati per il possibile aumento di peso quando si smette di fumare, in quanto è stato dimostrato di ridurre l’appetito e la tendenza a mangiare troppo.

Lobelia: Esistono prove aneddotiche che suggeriscono che la pianta lobelia (chiamata anche tabacco indiano) può aiutare le persone a smettere di fumare. Lobeline, il principio attivo di questa pianta, si ritiene che funzioni legandosi agli stessi recettori del cervello della nicotina, causando un rilascio di dopamina e favorendo gli sbalzi d’umore e le voglie che si verificano quando si smette di fumare. Tuttavia, sono necessarie ulteriori ricerche per determinare se ciò sia corretto.

Vitamine B e C: diversi studi hanno dimostrato che i fumatori hanno generalmente concentrazioni più basse di vitamine B circolanti e livelli più bassi di vitamina C rispetto ai non fumatori. I fumatori spesso citano lo stress come uno dei fattori scatenanti che aumentano il desiderio di fumare una sigaretta. Le vitamine del gruppo B sono note come vitamine “antistress” e possono aiutare a bilanciare l’umore. Un supplemento con queste vitamine potrebbe aiutarci a smettere di fumare.

Rimani su Scoprire, per trovare, ogni giorno, le notizie curiose sul mondo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome