9 cervelli e 3 cuori: ecco le cose inquietanti del polipo

0
245
La ricetta originale della cheesecake

La mitologia e la superstizione hanno ritratto i polpi come esseri alieni o creature malvagie che abitano le terrificanti profondità oscure degli oceani. Non c’è da stupirsi, visto che sono un po’ inusuali. Il polpo gigante del Pacifico ha tre cuori, nove cervelli e sangue blu, rendendo la realtà più strana della finzione. Cose da sapere sul gigante polpo del Pacifico, che si trova naturalmente nelle acque della costa occidentale degli Stati Uniti, delle isole Aleutine e del Giappone:

  • NOVE CERVELLI: Un cervello centrale controlla il sistema nervoso. Inoltre, c’è un piccolo cervello in ognuna delle loro otto braccia – un gruppo di cellule nervose che i biologi dicono che controlla il movimento. Questo permette alle braccia di lavorare indipendentemente l’una dall’altra, ma insieme verso lo stesso obiettivo.
  • TRE CUORI: Questo ha senso, considerando che i loro corpi sono tutti muscoli, tranne due piccole placche che ancorano la testa, insieme ad un becco usato per afferrare e mordere le prede. Due cuori pompano il sangue alle branchie. Un cuore più grande che fa circolare il sangue verso il resto del corpo.
  • SANGUE BLU: Il sangue del polpo gigante del Pacifico ha una proteina ricca di rame chiamata emocianina che migliora la sua capacità di trasportare ossigeno in ambienti oceanici freddi.
  • PELLE MIMETICA: Sono in grado di cambiare colore e consistenza per mimetizzarsi in un batter d’occhio, grazie ad un complesso sistema di sacche di pigmenti specializzati chiamati cromofori, nervi e muscoli.
  • INCHIOSTRO TOSSICO: I polpi hanno ghiandole che producono un inchiostro tossico che viene poi conservato in grandi sacchi. Quando l’animale è allarmato, spruzza l’inchiostro in un potente getto d’inchiostro in una direzione che contemporaneamente spinge l’animale nella direzione opposta, offuscando efficacemente l’acqua per confondere una potenziale minaccia in fuga verso la sicurezza.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome